Cenni di anatomia sottile

Standard

energiadef 2

Come si struttura l’energia nell’organismo umano?

Anche i veggenti vedono cose differenti, per cui una vera e propria anatomia sottile è difficile da codificare. Inoltre le grandi scuole (soprattutto quella indiana e quella cinese) definiscono mappe energetiche dell’organismo umano che hanno delle differenze: è in ogni caso possibile fare delle assunzioni basandosi sulle conoscenze più condivise e sull’esperienza e presentare di seguito diversi modelli di rappresentazione energetica dell’essere umano, in base alle ‘parti’ che vengono identificate.

UNITARIO

ouroboros

Vedere l’organismo umano come un tutto (un sistema) in cui prevalga l’interpretazione del tutto come unico, piuttosto che come somma delle parti, è uno sguardo certamente utile, e direi, in molte situazioni inevitabile. Nell’approccio energetico, come nelle favole, questa unità è più un obiettivo-guida che un dato di partenza, costantemente inseguito e mai raggiunto, perché sempre ci sono aree e forze da integrare e sposare. Come dicevano gli antichi alchimisti: “Per fare l’oro hai bisogno di un crogiuolo, di tempo e di oro”. Il serpente che si morde la coda, l’Ouroboros

dei greci, è una nota rappresentazione del modello energetico unitario e lo racconta in modo icastico sia come dato di partenza (è già serpente fin dall’inizio) che come risultato (solo trovando la propria completezza può chiudere il cerchio).

BINARIO

tantra 2

E’ il modello più semplice e conosciuto: cielo e terra, alto e basso, dentro e fuori; il modo con cui il nostro cervello esperisce la realtà ci porta ad interpretarla in modo duale. In effetti anatomicamente il nostro cervello è duplice: i due emisferi sono autonomi e configurano, addirittura, due distinte personalità. Nell’approccio energetico approfondire questa antinomia è estremamente arricchente: la gran parte delle esperienze che facciamo sono correlate all’area logico-razionale e risiedono quindi nell’emisfero sinistro. Coltivare l’emisfero destro è necessario per accedere alla percezione cosciente del’energia. Come straordinariamente rappresentato nel TED della d.ssa Jill Bolte Taylor la percezione della realtà per il tramite dell’emisfero destro esclusivamente è profondamente difforme da quello che conosciamo quotidianamente: si esperisce tutto in termini di energia e di scambi di energia. Inoltre l’approccio binario è molto utilizzato dalle Tradizioni sapienziali per esprimere la duplicità dell’esistente e la necessità di sposare le diverse e opposte parti di sé nelle nozze alchemiche (ierogamos.) per generare l’UomoDonna completo (androginus).

hiero2

La rappresentazione più condivisa è quella di un percorso ascendente in cui a destra (dell’osservatore, non dell’osservato) si pone il maschile ed a sinistra il femminile, ed il percorso passa in modo spiraliforme da un estremo all’alto, ascendendo.

Nella terminologia yoga le due colonne vengono chiamate Ida e Pingala.

TERNARIO

ida 2

I nostri emisferi sono effettivamente anatomicamente separati ma esiste un corpo calloso che fa da ponte fra i due. Il due si fa tre anche nelle tradizioni sapienziali quando si riesce a unire gli opposti, conciliare le apparentemente inconciliabili tendenze: contraria sunt complementa come recita il motto scelto da Niels Bohr. Con ogni probabilità esperire la realtà con i due emisferi completamente aperti ed in modo congiunto ci permetterebbe di esperire qualcosa di molto difforme da quanto comunemente intendiamo come “realtà”. Nella tradizione indiana Ida e Pingala generano (e sono generati da) Sushumna, l’Asse centrale.

La risoluzione degli opposti può avvenire oltre che sul piano orizzontale (maschile – femminile) anche su quello verticale, prendendo la forma dell’antinomia testa \ sesso o spirito \ corpo, tanto cara alla nostra tradizione filosofica e religiosa. Anche in questo caso esiste un punto di equilibrio, il cuore, posto precisamente al centro dello spazio intercorrente ed in grado di porsi energeticamente come athanor alchemico dell’integrazione dei due cavalli divergenti.

Si può osservare quindi l’essere umano come un sistema ternario, in cui è necessario trovare l’equilibrio (energetico ma non solo) fra testa, cuore e ventre. Secondo i taoisti ci sono tre Tan Tien (o fornaci) principali nell’essere umano: il Tan Tien superiore (sede delle facoltà intellettive superiori e del devozionale), il Tan Tien intermedio (sede dell’amore) ed il Tan Tien inferiore (sede dell’equilibrio psico fisico). Interessante notare che secondo questo approccio il centro da sviluppare per primo, e quello da nutrire incessantemente per tutto il percorso, è quello inferiore, la pancia.

tan tien 2

Anche in termini puramente posturali il punto di equilibrio dell’intero organismo è situato nel Tan Tien inferiore, come si vede ad esempio dal celebre disegno di Leonardo.

tan tien basso leonardo

QUATERNARIO

ruotmedicina

L’approccio a quattro è anch’esso estensivamente utilizzato, sia per descrivere il mondo (i 4 elementi della fisica greca) che per descrivere l’uomo (nella sua ripartizione in fisico, emotivo, mentale, spirituale). Il segno grafico più conosciuto e diffuso per raccontare questa quadripartizione è la croce equilibrata, presente in molte tradizioni da quella celtica (entro cui si iscrive un cerchio a raccontare l’integrazione) a quella indiana (la croce ansata o swastika, conosciuta e indegnamente utilizzata nella nostra storia recente) a quella di molte popolazioni native (i quattro mondi, le quattro direzioni per esempio dei nativi americani).

Anche nella tradizione giudaico-cristiana il quaternario è fondante, nella pianta delle chiese, nella raffigurazione tradizionale dei  quattro evangelisti (Aquila, Leone, Toro, Uomo),

quattro evangelisti 2

come anche nei quattro segni fissi dello zodiaco: sempre gli stessi simboli, ove il Leone ed il Toro sono facilmente identificabili, l’Aquila rappresenta lo Scorpione e l’Uomo l’Acquario.

La rappresentazione tradizionale della Sfinge egizia e babilonese (ali d’aquila, corpo di leone, zampe di toro e volto umano) trova qui una sua condivisa intelligibilità.

sfinge 2

Dal punto di vista dell’alchimia personale è più raffinato “lavorare” all’integrazione di mente, spirito, emozioni e fisico, piuttosto che alla ‘semplice’ fusione alchemica di testa, cuore e pancia. Peraltro nessuno di questi sistemi è migliore dell’altro: sono diversi punti di vista che possono essere più o meno utili alle diverse persone, ed alla stessa persona in diversi momenti.

QUINARIO

E’ essenzialmente la risoluzione del conflitto precedente, come il tre “risolve” il due:

Cristo fra i quattro evangelisti

cristo quattro evangelisti

YHWH nell’immagine quaternaria dei serafini in Ezechiele,

Ezechiele 2

E’ quinaria una delle rappresentazioni più intuitive dell’uomo, con le braccia e le gambe aperte, e la testa a rappresentare il quinto elemento,ed è quinario il pentacolo che è la stilizzazione dell’uomo e che deve, secondo l’uso più diffuso, essere quindi tracciato con la punta verso l’alto per rappresentarne l’evoluzione.

pentacolo 3

 

SENARIO

Non conosco diffusi sistemi a sei, tranne quello che deriva dall’unione dei tre Tan Tien dei due partner dell’incontro sessuale: testa\cuore\pancia uniti danno sei (ed ecco six e sex in inglese, sesso e sesto in italiano.)

sesso 2

 

SETTENARIO

settenario 2

Questo sistema è nuovamente largamente utilizzato perché identifica i principali centri energetici (o ruote, “chakras” in sanscrito) presenti sul sistema nervoso centrale dell’essere umano; tutti i centri sono sull’asse centrale (al centro del corpo umano): Muladhara (poco sopra l’ano), Svadishtana (a livello delle surrenali), Manipura (plesso solare), Anahata (plesso cardiaco), Vichudda (gola), Ajna (ipofisi), Sahasrara (epifisi).

Sono molto numerose le ripartizioni a sette anche nella nostra esperienza ad esempio i sette colori del’iride, i sette giorni della settimana, le sette note musicali.

 

OTTONARIO

Non conosco diffusi sistemi di organizzazione del sistema energetico umano in otto parti: l’ottonario è invece spesso utilizzato a rappresentare l’atanhor, la Camera Segreta in cui si rinasce, simbolo quindi dell’Universo

ottagono 2

 

NOVENARIO

Anche i sistemi a 9 sono poco utilizzati nella descrizione energetica dell’essere umano, mentre sono tradizionali nella rappresentazione della pienezza artistica (le nove muse) o spirituale (i nove cori angelici)

cori 1

 

DENARIO 

La rappresentazione a dieci torna ad essere comune nella rappresentazione dell’Uomo e del Mondo, soprattutto per il tramite della tradizione qabbalistica dell’Albero della Vita. Le dieci sefiroth (cifre, libri, ipostasi divine) attraverso cui discende la Luce verso di noi sono Keter (la corona), Chokmah (la saggezza), Binah (l’intelligenza), Geburah (la forza), Gedulah (la dolcezza), Tiphereth (l’armonia della bellezza), Nitzah (la vittoria), Hod (lo splendore), Yesod (il fondamento) e Malkuth (il regno).

albero serprente

Da citare che nell’albero è visibile anche il ternario, con le due colonne della Giustizia e della Misericordia e la Via centrale,

albero in tre

ed il settenario: sovrapponendo, infatti, i sette chakra sull’Albero si nota una mirabile coincidenza dei due diversi (nel tempo e nello spazio) sistemi di descrizione del Flusso energetico.

albero chackra

 

IN SINTESI

Quale che sia la partizione utilizzata, l’assunzione è quella che vi sia ‘dialogo’ fra le diverse parti e che sia quindi utile (e raccomandabile) cercare di integrarle e metterle in relazione: non è quindi ‘sbagliato’ cercare nella mente una connessione con un problema fisico (o viceversa), né domandarsi se una forte emozione ha delle correlazioni col nostro approccio nei confronti della vita. Il counseling energetico può smuovere, utilizzando la tavolozza del corpo e dell’energia, il sistema, modificando nel tempo le incrostazioni che si sono sedimentate (nella mente, nell’energia, nel corpo, nello spirito) permettendo al cliente di selezionare nuove associazioni ed interpretazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...