Petrov e la rigenerazione degli organi

Standard

albero della vita davvero

Il vento forte arriva dalla Russia: fin dagli anni dell’Impero sovietico si è creato un milieu culturale e scientifico che ha largamente favorito lo studio e lo sviluppo delle possibilità extra-sensoriali in contesto scientifico – e quindi replicabile – anche in collaborazione con Università e Istituzioni governative. In particolare, la storia di cui ci occupiamo oggi è quella di Arkady Naumovich Petrov un accademico russo, critico letterario ed editore, che nell’ultimo decennio prima della fine dell’Impero sovietico ha iniziato a sperimentare su di sé, per poi ad erigere a sistema, le modalità di interazione della coscienza con il corpo.

Recupero della salute e anni di studio

Malato, infatti, e ricoverato in ospedale con una grave degenerazione delle funzionalità renali, ha avuto accesso alla dimensione informativa che regge e genera la realtà materiale. Di giorno viveva come paziente in ospedale, di notte come viaggiatore in questa dimensione cangiante, immensa, in cui la forma e le definizioni limitate non hanno ragione d’essere. Probabilmente qualcosa di simile a quanto Platone definiva il Mondo delle Idee.

Dr.Arcady.Petrov..Russo.

E, come Platone, Petrov si è convinto, vedendo i riscontri fattuali, che da quella dimensione è possibile operare con successo nella realtà materiale e modificarla. Come prima cosa ha sanato completamente i suoi reni ed è uscito dall’ospedale. E poi ha iniziato un lungo apprendistato, divorando libri di esoterismo e studi scientifici di avanguardia per comprendere questa nuova dimensione che intersecava la sua realtà quotidiana e che continuava a vivere e ad approfondire. Ha ricercato la compagnia e l’istruzione di diversi mentori ed istruttori che prima di lui avevano avuto accesso alla dimensione energoin-formativa o che la studiavano per conto di dipartimenti universitari.
Soprattutto grazie agli insegnamenti di V. Lapshin (Bronnikov), che aveva fondato un’Accademia per lo sviluppo delle facoltà dell’uomo ed il cui metodo aveva dato una ‘seconda vista’ a diversi bambini ciechi – utilizzando le facoltà superiori della coscienza e non gli occhi – Petrov cresce spiritualmente e impara a gestire coscientemente questi fenomeni così lontani dalla realtà comune e dalla propria precedente realtà di dirigente letterario sovietico.
Quasi subito si allontana da Lapshin, che ritiene eccessivo e addirittura pericoloso, e fonda un suo Centro, nei dintorni di Mosca a Pushkino, dove inizia a mettere a punto il suo metodo per insegnare alle persone comuni ad avere accesso alla loro dimensione energoinfomativa, essenzialmente a fini terapeutici.

Verifiche scientifiche e successi medici
Ecco che inizia un lungo cammino, che continua ancora oggi, durante il quale prima decine, poi centinaia, poi migliaia di persone hanno varcato la soglia del suo Centro per risolvere problemi di salute e ne hanno tratto profondi e duraturi benefici. Saggiamente Petrov, da accademico e uomo del sistema, ha fin da subito cercato la compagnia di uomini di scienza che potessero studiare e verificare quanto accadeva quotidianamente nel suo Centro.

peter Piotr Garaiev

Ha ottenuto di essere studiato ed assistito da uno dei fisici di avanguardia russi più importanti, Piotr Gariaev, conosciuto in Occidente soprattutto per le ricerche sul DNA fantasma realizzate in collaborazione con V. Poponin. Gariaev ha potuto numerose volte verificare e registrare con apparecchiature scientifiche il processo per il quale dal livello informativo, attraverso l’energia, l’informazione si sposta nel piano fisico modificando la struttura informativa (DNA) delle cellule ed attivando processi di rigenerazione e di ringiovanimento.
Oltre a questa collaborazione, di livello scientifico molto elevato ma di limitato interesse medico, Petrov ha cercato la collaborazione e l’assistenza del Direttore del Centro di sviluppo sistematico della medicina di Mosca, Anantolij A. Milov, che ha messo a disposizione sia il suo team di specialisti in medicina, sia tutte le sue tecnologie medico dignostiche, lo stato dell’arte della medicina dell’epoca, in grado di registrare con grande precisione i cambiamenti elettro-chimici e biologici del corpo umano.
Sono ancora disponibili su internet le reazioni dei medici di fronte alla regressione in pochi minuti di malattie che loro sapevano bene essere difficilmente curabili con mesi di terapie farmacologiche. Il documentario che Petrov ha preparato per documentare i suoi primi anni di lavoro La luce dell’eternità è facilmente reperibile su Youtube con sottotitoli in italiano.
Ancora, con prudenza e diligenza, ha dedicato vari anni a registrare tutti i referti medici delle persone che si rivolgevano a lui, con l’attestazione della stato di malattia ed il successivo attestato di guarigione, da parte delle stesso medico o dello stesso Istituto sanitario.

La Fondazione Petrov
Tutta questa mole di verifica scientifica, medico-scientifica e diagnostica è stata grandemente utile per fondare solidamente l’attendibilità e la verificabilità del suo approccio, che parte chiaramente da uno completalibro petrov
mente opposto rispetto a quello della medicina tradizionale. Petrov è diventato in poco tempo una figura pubblica, prima in Russia e poi a livello interna-zionale, anche se il grande sviluppo della sua notorietà in Europa ed in America sta arrivando proprio in questi anni. Ha scritto più di 27 libri sulla dimensione energoinformativa, a partire del primo che presenta la sua storia personale, edito in italiano come Salva te stesso, e proseguendo con molti altri generi, dalle favole per bambini a testi sulle dimensioni superiore delle Sephirot dell’Albero Qabbalistico.
Le sue tecnologie per la rigenerazione dei tessuti e degli organi si sono diffuse in tutto il mondo ed ha iniziato a formare insegnanti qualificati per istituire percorsi di formazione in diverse lingue e paesi. Ad oggi la Fondazione Petrov ha in atto corsi di formazione continuativi in Russia, Ucraina, Germania, Austria, Ungheria, Italia, Australia e sono in continua crescita le richieste di attivare percorsi formativi a livello internazionale.
Siamo di fronte ad un fenomeno che continuerà a far parlare di sé nei prossimi anni. Qui in Italia cerchiamo al meglio di ricevere e trasmettere i suoi insegnamenti, cosa non facile per la complessità e la multidimensionalità del suo approccio, con una buona determinazione ed un gruppo crescente di allievi e praticanti, che possono testimoniare che il metodo funziona anche qui, anche a Milano, a Verona, a Napoli.

Fonte Karmanews

Una risposta »

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...